La Vitamina D può predire il diabete?

Sembrerebbe di sì…e parliamo ancora della Vitamina D e della sua importanza, questa volta non solo per gli  anziani,  ma anche per  i bambini

Uno studio pubblicato il 9 novembre del Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism   e condotto da Micah L. Olson, MD, del Dipartimento di Pediatria, Università del Texas Southwestern Medical Center, Dallas, e colleghi, ha dimostrato che

  •  i bambini obesi hanno maggiori probabilità di essere carenti di vitamina D
  •  bassi livelli di vitamina D sono stati associati a resistenza all’insulina

I ricercatori hanno seguito circa 500 bambini obesi, in sovrappeso e non per determinare i fattori che in futuro, negli anni successivi potrebbero concorrere a sviluppare il diabete.

In particolare i ricercatori hanno misurato livelli sierici di vitamina D  di 411 bambini obesi e di 87 bambini normopeso, di età compresa da 6 a 16 anni.

Dei bambini obesi, 134 (il 33%) hanno riferito

  1. di  saltare abitualmente la colazione
  2. di bere abitualmente bevande gassate a base di soda (cola, aranciata ecc)

e secondo gli studiosi questi sono i due più forti predittori di diminuiti livelli di vitamina D e di una sua carenza.

Già degli studi precedenti avevano scoperto la correlazione tra obesità e carenza di vitamina D negli adulti, negli adolescenti e nei bambini, e molti (ma non tutti) gli studi hanno dimostrato che bassi livelli di vitamina D sono associati ad alterata tolleranza al glucosio o diabete di tipo 2, ma questo studio è uno dei primi a dimostrare un legame tra dieta e carenza di vitamina D.

Il dottor Olson,  in un comunicato stampa ha precisato:

“Sebbene il nostro studio non possa provare un nesso di causalità, suggerisce che bassi livelli di vitamina D possono giocare un ruolo nello sviluppo del diabete di tipo 2.”

“Il nostro studio ha trovato che i bambini obesi con bassi livelli di vitamina D avevano più alti livelli di insulino-resistenza”

Il Dr Olson dice che sono in corso anche studi che stanno esaminando se la supplementazione di vitamina D possa ridurre il rischio di diabete di tipo 2 nelle persone ad alto rischio di sviluppare la malattia.

Ma la Vitamina D è proprio necessaria?

Devi sapere che contribuisce  a costruire e mantenere la salute di ossa, cuore, nervi, pelle e denti, e favorisce il buon funzionamento della tiroide, una ghiandola  che aiuta a mantenere un peso sano e un  metabolismo equilibrato.

Altre ricerche recenti hanno trovato che la vitamina D svolge un ruolo fondamentale nell’attivazione del sistema immunitario contro le malattie infettive come l’influenza.

I ricercatori hanno osservato che una carenza di questa importante vitamina, che nel nostro corpo agisce in realtà più similmente a un ormone,  può comportare un maggior rischio di contrarre virus influenzali.

Ulteriori ricerche hanno collegato basse quantità di vitamina D a

  • malattie autoimmuni
  • cancro
  • depressione
  • malattie cardiache

ma anche

  • gambe storte
  • costipazione
  • denti fragili
  • insonnia
  • dolori osteoarticolari
  • crampi muscolari
  • miopia
  • nervosismo
  • osteoporosi
  • frequenti raffreddori o influenze

Quindi, per quanto riguarda i bambini obesi,  è bene che il pediatra prescriva loro una dieta adeguata ed eventualmente una assunzione supplementare di Vitamina D, ovviamente  dopo che avrà  fatto  i dovuti accertamenti clinici.

Però, come vedi, la dieta è qualcosa di fondamentale per i tuoi figli, perciò è bene che al mattino facciano una buona colazione e che evitino bevande gassate e “cibo spazzatura”.

Anche se care, meglio frutta e verdura…ne guadagneremo in salute noi e i nostri figli.

A presto e Auguri di una Felice Pasqua e Pasquetta!

Ermes

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli recenti