La tosse ti tormenta? Calmala con l’Altea

Quando ti prendi  un raffreddore o un’influenza e la tosse che li accompagna diventa insistente e fastidiosa, può compromettere seriamente la qualità della tua vita.

La tosse

Stessa cosa se senti tuo figlio tossire di continuo e che magari la notte non riesce a riposare per gli attacchi di tosse, è sempre  fonte di apprensione e d’istinto vorresti  trovare la soluzione miracolosa che in pochi attimi faccia passare il disturbo ai tuo piccolo.

Comunque non parlo della tosse del fumatore…quella sai già da cosa è provocata!

Devi sapere che la tosse non è di per sè una malattia, ma  è un meccanismo di difesa naturale messo in atto dal tuo corpo per eliminare le sostanze irritanti dalle vie aeree come ad esempio

  • fumo
  • polvere
  • dei corpi estranei
  • del muco

Rappresenta un tentativo di espellere tutto ciò che disturba il normale respiro.

Oppure  si manifesta come un disturbo che spesso accompagna quelle malattie che provocano irritazione delle vie  aeree. Tra le più comuni, provocate da virus o batteri

  • laringite
  • bronchite
  • faringotonsillite

Ma la tosse può essere provocata anche da

  • sostanze nocive (es vapori)
  • sostanze irritanti (es fumo)
  • liquidi e/o oggetti inalati accidentamente (saliva o bottoni)
  • a volte delle situazioni fortemente emotiva

Devi sapere che la tosse viene comunemente classificata in

  1. tosse grassa o produttiva
  2. tosse secca

 

La tosse “grassa” o “produttiva”, serve ad eliminare il catarro in eccesso e le sostanze estranee come i batteri, la polvere e i pollini. Normalmente  si manifesta in tutte le affezioni dell’apparato respiratorio.

Peggio è se hai la  tosse “secca” . In questo caso  non c’è muco in eccesso ma soltanto irritazione da parte  delle zone più sensibili come la gola, la laringe, la trachea.

Come avrai già sicuramente provato, la tosse secca è molto fastidiosa e disturbante. Per i bambini è anche peggio.

Li disturba quando dormono e  può provocare loro il vomito.

Come la medicina tradizionale cura la tosse

Il trattamento farmacologico prescinde dai due tipi di tosse, “produttiva” e “secca”, perché richiedono cure diverse.  Esistono molte preparazioni per la tosse che hanno diversi nomi: gli espettoranti, i mucolitici, i sedativi della tosse.

Per trattare la tosse “produttiva” servono gli espettoranti e i mucolitici, perché aumentano le secrezioni nelle vie respiratorie rendendole più fluide e perciò più facilmente eliminabili.

C’è da dire però che  questi farmaci  non sempre si sono dimostrati utili ed il loro impiego è basato più sulla tradizione che sulla loro dimostrata efficacia.

I sedativi della tosse sono invece efficaci e bloccano il riflesso della tosse.  Ti  impediscono così che tu senta il bisogno di tossire.

Tutti i farmaci sopra elencati hanno ovviamente dei non trascurabili effetti collaterali.  Prova almeno una volta a leggere il bugiardino…

Cosa propone la fitoterapia

Nella fitoterapia, per curare la tosse si usano generalmente queste fitomedicine

  • la Grindelia
  • l’Edera
  • il Marrubio
  • il Papavero rosso
  • la Drosera
  • l’Altea

La loro efficacia è stata dimostrata da numerosi studi, supportati anche dall’uso tradizionale nel tempo.

Noi però ci concentreremo sulla pianta principe,  ultima nell’elenco, ma prima come uso ed efficacia, cioè l’Altea.

ALTEA Althaea officinalis L.(Malvacee)

Le proprietà dell’Altea  erano note fino dai tempi di Omero anche se nell’antichità le sue foglie erano spesso impiegate come alimento.

L'Altea

Era infatti considerata dai Romani un cibo prelibato, ma veniva usata anche dai Greci, Siriani e Turchi durante le carestie

 Ma i suoi principi attivi, che si ritrovano in molti medicinali specifici, sono

  • amido
  • antocianosidi
  • asparagina
  • pectine
  • mucillagine
  • zuccheri
  • flavonoidi
  • polifenoli
  • grassi
  • tannini

In particolare le mucillagini conferiscono alla pianta proprietà emollienti, lenitive e protettive delle membrane della mucosa, in quanto formano su di essa una pellicola protettiva.  Per questa ragione è indicata nel trattamento di tutte le forme di infiammazione

Anche se l’Altea è tradizionalmente usata nel trattamento delle malattie che interessano le vie aeree quali tosse, bronchiti,  affezioni polmonari e cavo orale, si è rivelata ottima anche per la cura di

  • enteriti
  • coliche
  • diarrea/stitichezza
  • irritazioni/infezioni della mucosa intestinale
  • lesioni della mucosa gastrica o duodenale (ulcere)
  • infiammazioni della vescica e dei reni, dovute a calcoli o cistite
  • alcune malattie infiammatorie dell’occhio

Si trova nelle erboristerie e farmacie (anche online) sia in capsule (da 400 mg, 2 al giorno prima dei pasti) che come radice sminuzzata e/o in polvere.

Per le malattie delle vie aeree e contro le tossi ribelli:
fai bollire una tazza di acqua e metti un cucchiaino colmo di radice di altea. Lasciala bollire per 5 minuti, poi spegni e lascia in infusione per altri 5 minuti. Addolcisci con due cucchiaini di miele.

Ne devi bere 4 tazze al giorno, meglio se tiepido/caldo.

Non sono noti effetti collaterali, ma può ridurre l’assorbimento di alcuni farmaci.

Ma oltre a questo:

  1. bevi molta acqua (o altri liquidi), così rendi il muco fluido e quindi più facilmente eliminabile.  Meglio se le bevande sono calde/tiepide (non bollenti!).
  2. bere può avere un effetto emolliente, e ti  aiuta a trasformare la tosse “secca” in tosse “produttiva”
  3. se puoi aggiungi del miele alla bevanda:  può alleviare il bruciore in gola che spesso accompagna la tosse
  4. umidifica l’ambiente: è un altro rimedio utile per inumidire le vie aeree e “sciogliere” il catarro

Spero anche questa volta di averti dato notizie e consigli utili al tuo benessere.

A presto

Ermes

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli recenti