Agrumi amici della donna contro ictus e infarto cerebrale

Sapevamo già da tempo che consumare frutta e verdura rappresenta una prima profilassi contro una serie di malattie e patologie.

Arriva una ulteriore conferma di questo dagli studi effettuati da alcuni ricercatori della Norwich Medical School – University of East Anglia (UK) sul consumo regolare di agrumi /arance, pompelmi ecc).

Lo studio è stato effettuato osservando per un periodo di 14 anni le abitudini alimentari di circa 70.000 donne.

Il risultato? Il consumo degli agrumi riduce l’ictus e l’infarto cerebrale del 19%.

Questo grazie all’effetto dei flavonoidi, in particolare flavanoni contenuti proprio negli agrumi, che favoriscono il buon funzionamento dei vasi sanguigni ed hanno anche un effetto anti infiammatorio

Tra l’altro viene valutato molto positivamente  anche l’alto tenore di vitamina C degli agrumi, riconosciuta da tempo  come un fattore di riduzione dell’ictus.

Quindi via libera al consumo di arance, pompelmi e mandarini, ma purché si tratti di frutta fresca.

Cerca quindi di evitare i succhi di frutta e tutta la serie di bevande derivate, perché contengono normalmente una grande quantità di zucchero che ne annulla i benefici.

Tutto ok, allora…Ma fai attenzione se  assumi farmaci quali

  • calcioantagonisti
  • antistaminici
  • statine

poiché in alcuni casi il consumo elevato di agrumi può interferire con questi farmaci, potenziandone l’effetto.

Inoltre una ricerca belga evidenzia che sempre un consumo elevato di agrumi  potrebbe ridurre l’azione del tamoxifene,  un farmaco antitumorale.

A presto

Ermes

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli recenti